FANDOM


LA PRESSIONE : GLI EMISFERI DI MAGDEBURGO

Nel 1654, Otto Von Guericke realizzò una spettacolare esperienza che suscitò viva impressione sui suoi contemporanei - la " Grande Esperienza di Magdeburgo". Von Guericke unì due semisfere di ottone, rifinite con molta cura, in modo da formare una sfera di circa 80 cm di diametro; all'interno di essa fu fatto il vuoto con una macchina pneumatica inventata dallo stesso Guericke. Le due semisfere si trovarono allora saldate l'una contro l'altra con una tale forza che un doppio tiro di 16 cavalli non riuscì a separarle.Questa scena fu rappresentata anche in un quadro da un famoso artista dell'Ottocento. Abbiamo riprodotto l'esperimento unendo allo stesso modo due semisferi di ottone, nel nostro caso di diametro esterno di 8,7 cm. Dentro essi viene ispirata l'aria con una pompa a vuoto e in essi si forma così il vuoto. Abbiamo provato innumerevoli volte a staccare i due emisferi, ma inutilmente. Ciò è dovuto alla pressione atmosferica esercitata all'esterno degli emisferi, impedendogli di staccarsi. Una volta riportata l'aria all'interno dei due emisferi, sempre grazie alla nostra pompa a vuoto, essi si possono staccare, perchè non vi è più esercitata alcuna pressione atmosferica. Siamo così riusciti a staccare i due emisferi, con molto stupore, dato che inizialmente non ci eravamo riusciti. Questo esperimento ci è piaciuto moltissimo, perchè semplice ma al momento stesso particolare e avvicente, dato che i due emisferi in assenza d'aria tra loro non possono mai essere staccati: per questo motivo questo esperimento ha suscitato molto il nostro interesse.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.